domenica 26 giugno 2016

L’origine del termine nel vocabolario


Le rispondo brevemente.

Che cosa possa motivare la scelta di chiamare il partner che sia omosessuale, occasionale o no, con l’espressione affettuosa ‘mamma’ è un mistero perché fa intuire niente della sessualità, casomai, confonde e non rende apprezzabile la differenza dell’affetto che si può provare verso i propri genitori. Inoltre è probabile che acquisisca un significato dispregiativo (es. mammuzza o mammàccia) nei confronti del modo in cui gli individui hanno praticato e praticano la sessualità. Scrivo di sessualità perché il termine deriva dal latino, ritroviamo l’origine del termine nel vocabolario treccani online : << mamma s. f. [lat. mamma (voce infantile), che aveva entrambi i sign. (di «madre» e di «mammella»)>> quindi è improbabile che, chi usa il termine impropriamente, si riferisca all'uso della voce in modo infantile verso il partner. Per quanto mi sforzi di capire l’uso differente dell’appellativo ‘mamma’, nel vivere la sessualità, la parola si sottrae a qualsiasi logica. L’uso del termine è possibile, pur costatando che, con molta probabilità, sono presenti, nei soggetti, delle lacune affettive e un uso distorto della sessualità, in chi usa il termine impropriamente e abitualmente. Sebbene l’appellativo ‘mamma’ sia usato in moltissime altre questioni, sono convinto che il linguaggio abbia il compito di far capire se si parla di oggetti o persone, così come di partner, parenti, conoscenti. È un termine usato nel mondo animale come per gli umani (es. mammiferi).

Vocabolo mamma fonte:  Treccani Vocabolario on line

http://www.treccani.it/vocabolario/mamma/

Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu

Nessun commento:

Posta un commento

Proverbio

Dice un proverbio: Quando i figli sono accordati dai propri genitori,   …e anche quando essi   venissero colti dall’eterno ripo...