domenica 30 dicembre 2012

dal libro degli ospiti www.Artmajeur.com/linoruiu

Lino Ruiu - 30/12/12 Italy -
Le rispondo brevemente. La nomina deve basarsi sui meriti del candidato. Diritti e principi fondamentali e non discriminazioni. Come il domicilio è inviolabile così pure la libertà personale. Credo che in questo ambito sia necessario essere chiari. Non ho dovuto nemmeno riflettere, per questa ragione non ho dovuto votare contro nessuno. Ciononostante ho voluto astenermi dal voto (elezioni politiche n.d.r.). Non si tratta di misurare la moralità ed anche se non dovrebbe essere necessario, esistono molti modi per astenersi dal voto. Ma non è questo l'essenziale; le riforme sono un primo passo ineludibile. Molte grazie per la stima. Colgo l'occasione per augurare a tutti un sereno 2013. Grazie. Cordiali saluti. Lino Ruiu 

mercoledì 21 novembre 2012

a proposito del processo generativo dell’opera d’arte

Lino Ruiu - Italy  

21/11/2012 Posso dire con certezza che i veri artisti difficilmente provano invidia per altri artisti; se basa le sue convinzioni su artisti biografi di altri artisti, ricordi che il campo artistico si affolla d’interrogativi su dati biografici dovuti alla superficialità e difficoltà di alcuni “artisti”(?) di produrre vera arte e di critici d’arte di operare nel campo dell’arte; agire in tal modo, costituisce ricerca demagogica di popolarità. Non si suppone mai nulla. È come se mi arrogassi il diritto d’intervenire per modificare un monumento, un quadro. L’opera d ’arte che è un “risultato artistico” è frutto di una personalità creatrice; partendo da tale premessa, dobbiamo chiederci se può una persona, senza una preparazione adeguata, scomporre idillicamente l’opera d’arte così come la vita di una personalità creatrice senza alterarne l’immagine? Ancor più grave, se affrontando l’ostacolo della propedeuticità, cioè agendo con la preparazione nel campo dell’arte, o ancor peggio agendo con la responsabilità di aver creato delle opere nel campo artistico, si cerca d’interrompere brutalmente, con espedienti dialettici poco persuasivi, il processo generativo dell’opera d’arte, che è dato al contempo,dalla validità artistica dell’opera e dalla personalità creatrice. Non possiamo guardare un quadro per la sua bellezza, riconoscendone l’alto valore artistico e non relazionarlo alla personalità creatrice, o peggio, pensare dell’artista tutt’altro. Negare il valore di relazione si è sempre rivelato sbagliato. Il compito degli storici è di documentare la produzione artistica. Cordiali saluti. Lino Ruiu 

sabato 20 ottobre 2012

a proposito del programma Erasmus

Lino Ruiu - Italy 
  20/10/2012 Buongiorno. È logico che gli studenti devono essere obbligatoriamente immatricolati. La richiesta dello studente, si deve basare sull'attivazione di un accordo bilaterale nell'ambito del programma Erasmus, e ciò avviene su richiesta di un docente dell'Ateneo, che ne sarà il referente didattico. Dopo una fase preparatoria di contatti con un docente e/o coordinatore Erasmus dell'istituzione straniera viene siglato un apposito accordo interistituzionale, che specifica il numero degli studenti in mobilità, le aree disciplinari e la durata della mobilità. Io non ho mai fatto richiesta, perché quand'ero studente universitario, non ho mai avuto chiaro il limite (se limite esistesse) e la consistenza delle competenze che si possono acquisire attraverso il programma Erasmus. Tutte le scelte, soprattutto nell'ambito universitario, devono avere fondamento, giustificazione. Cordiali saluti. Lino Ruiu

sabato 6 ottobre 2012

La facciata del futuro è realizzabile già oggi: Grande varietà di applicazioni del fotovoltaico per l'ombreggiamento

di Andreas Karweger

Il fotovoltaico può essere usato non solo per la produzione di energia ma, allo stesso tempo, anche per il risparmio energetico. In modo particolare, in caso di ombreggiamento, le possibilità di applicazione del fotovoltaico semitrasparente sono molteplici.


Nell’ambito di un progetto di ricerca, l’Istituto di Tecnologia di Karlsruhe ha confrontato le facciate fotovoltaiche degli edifici della città nord brasiliana di Fortaleza, di Florianapolis nel Brasile del sud e di Francoforte sul Meno. Nei tre edifici presi in esame, sono stati integrati in tutte le facciate delle relative finestre celle solari cristalline semitrasparenti. Quest’ultime avevano una trasparenza solo del 30%, permettendo, così, di ottenere rilevanti risparmi in termini di raffreddamento delle strutture. Allo stesso tempo, questa tipologia di ombreggiamento comporta anche un aumento del consumo di corrente per l’illuminazione artificiale. “È stato, tuttavia, possibile contrastare il maggior consumo di energia elettrica con un’illuminazione controllata”, spiega Evelise Didoné dell’Istituto di Tecnologia di Karlsruhe.

Un metodo totalmente diverso per gestire la trasparenza alla luce delle facciate fotovoltaiche è l’utilizzo di celle solari a colorante (DSC) nella facciata. Al posto del silicio, sono utilizzati coloranti che trasformano la luce in corrente elettrica. Lo strato fotoattivo estremamente sottile consente di produrre celle solari trasparenti. Nel caso del fotovoltaico organico, il grado di ombreggiamento può essere regolato tramite il colore e la trasparenza del materiale. Nonostante il grado di efficienza attuale dell’8%, inferiore rispetto alle celle cristalline, in presenza di pari KW, le celle DSC sono in grado di produrre annualmente il 10% - 15% di energia in più rispetto alle celle cristalline, spiega Rossella Corrao della facoltà di architettura dell’Università di Palermo; infatti, le celle a colorante, in caso di luce debole, hanno un grado di efficienza relativamente elevato, poiché il rendimento non dipende primariamente dall’angolo di incidenza del raggio solare. Per questo motivo, l’istallazione non deve avvenire in base all’orientamento del sole, ma i moduli possono essere posizionati anche in verticale oppure in orizzontale senza perdere la loro efficienza.

Inoltre, l’utilizzo di celle DSC nelle facciate in vetro e nelle finestre consente “un duplice utilizzo degli elementi fotovoltaici per l’assorbimento di luce naturale dall’esterno così come da fonti di illuminazione all’interno dell’edificio”, afferma la Corrao, illustrando i vantaggi della cella a colorante. Il periodo di utilizzo delle celle viene, così, prolungato in modo significativo durante l’arco della giornata.

Attualmente, presso l’università di Palermo, la Corrao effettua ricerche su soluzioni innovative per incrementare l’assorbimento di luce degli elementi costruttivi nelle facciate. Un progetto esamina ora se le celle a colorante nelle tegole in vetro siano in grado di ridurre il coefficiente di trasmissione termica (fattore R) in modo tale da soddisfare le future direttive dell’Unione Europea. Le analisi della Corrao mostrano che una suddivisione della cavità all’interno della tegola in vetro in due o più camere singole possa ridurre ulteriormente il fattore R delle tegole. Tale suddivisione può avvenire attraverso le celle a colorante. Le tegole in vetro con le celle a colorante integrato non produrrebbero solo corrente ma, allo stesso tempo, isolerebbero anche meglio rispetto alle tradizionali tegole in vetro.



Il modello permette di calcolare come la tonalità di colore e la trasparenza alla luce si ripercuotano sull’efficienza fotovoltaica delle celle a colorante. Janne Halme dell’Università Aalto, nella città finlandese Espoo, ha esaminato come le celle a colorante possano essere ottimizzate in termini di comfort dei fruitori e della produzione di energia. Tuttavia, Halme non ottimizza il fotovoltaico in relazione alla sua potenza ma lo pone, in primo luogo, al servizio dell’architettura, ciò significa che, quando si utilizzano le celle a colorante, la trasparenza delle finestre e l’estetica della facciata vengono messi in primo piano, in modo tale che “l’efficienza delle celle rivesta necessariamente un ruolo subordinato”, spiega Halme.

I risultati della ricerca qui rappresentati saranno illustrati dalle tre studiose, in occasione del 7° ENERGY FORUM on Solar Building Skins, il 6 dicembre a Bressanone, Italia. In ulteriori relazioni, anche Dieter Moor della ditta austriaca Arcosol presenterà alcune analisi sulla redditività dei sistemi fotovoltaici di ombreggiamento nelle facciate e Livio Nichilo dell’università di Toronto mostrerà, sulla base di un progetto realizzato di recente, come l’efficienza energetica degli edifici possa essere aumentata con l’ausilio del fotovoltaico e del vetro Heat Mirror. Peter Erk di BASF Germania illustrerà, inoltre, il potenziale del fotovoltaico organico per l’architettura. Il programma completo della conferenza di due giorni si trova su internet sul sito www.energy-forum.com.

 

Andreas Karweger

 

Organizzatore: Economic Forum Monaco di Baviera – Bolzano

EF Economic Forum

Simml 8

I-39050 San Genesio (BZ)

Tel: 0471 34 00 50

info@energy-forum.com

giovedì 27 settembre 2012

La firma sul quadro come sigillo unico.

Lino Ruiu - Italy  

27/09/2012 Il problema della firma sul quadro non è un problema, ogni pittore appone la propria firma che è sigillo unico di ogni pittore. È differente dalla firma sui documenti, è comunque difficile equivocare, tanto di più se si ha l’accortezza di personalizzare la propria firma, con data o elementi pittorici. Cordiali saluti. Lino Ruiu 

Il talento artistico

Lino Ruiu - Italy 


  26/09/2012 Le rispondo brevemente. Il talento artistico? A parte il significato che può trovare in qualsiasi vocabolario italiano; credo sia la forte attitudine personale ad una forma d’arte. Purtroppo o per fortuna, non ho mai avuto parenti pittori, oltretutto il mio cognome è scritto con la “ i “. Non ho mai avuto nessun zio, nato o acquisito, di Napoli. Molte grazie per la stima. Pasqualino Ruiu 

Agire con cognizione di causa

Lino Ruiu - Italy  
  22/09/2012 Salve, le rispondo brevemente. Credo che ognuno di noi si debba accollare le proprie scelte; innanzitutto la responsabilità delle proprie scelte. Rendersi consapevoli significa, a ragione, agire con cognizione di causa. A tal proposito nel colloquiare uso molto spesso l’invito verbale : ” Faccia lei ” ; credo che sia un modo per lasciar liberamente esprimere l’interlocutore o interlocutrice. Grazie per la stima. Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu 

Lino Ruiu - Italy  
  22/09/2012 Salve, le rispondo brevemente.Non la posso aiutare: a stento conosco i professori e le professoresse con i quali ho sostenuto i miei esami, si figuri se conosco i professori dell’Università di Sassari; c’è un abisso tra il sapere l’esistenza di una persona e il conoscere personalmente una persona. Credo che settembre sia un mese meraviglioso per trascorrere una vacanza a Napoli. La ringrazio molto per la stima. Cordiali saluti. Lino Ruiu 

mercoledì 12 settembre 2012

È sempre meglio agire secondo le proprie attitudini.

Lino Ruiu - Italy 


  12/09/2012 Salve, le rispondo brevemente. Non si faccia traviare, coraggio! Le assicuro che è una grande soddisfazione: la laurea conseguita con passione per la materia scelta mette in risalto le sue capacità, ancor di più se conseguita unicamente col suo studio. A mio avviso non si consegue la laurea per ottenere un lavoro. Pensi se non trovasse un lavoro attinente al titolo di studio cosa succederebbe? Non vivrebbe frustrata? È sempre meglio agire secondo le proprie attitudini. Non aver fatto il test d’ingresso, non significa aver scelto un corso di laurea semplice da conseguire. Vivrà molto appagata proprio in virtù della passione per la materia che ha scelto di studiare. Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu 

 
 
 

Lino Ruiu - Italy 


  13/09/2012 Salve, le rispondo brevemente. Non sono d’accordo quando si distinguono lauree per trovare lavoro e lauree per accrescere la propria cultura. Credo che sia moralmente discutibile. La ringrazio molto per la stima. Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu 

 

sabato 8 settembre 2012

Un curriculum senza esperienze lavorative. Le vostre abilità e caratteristiche valgono moltissimo

Lino Ruiu - Italy  


  07/09/2012 Le rispondo brevemente. Valgono moltissimo le sue referenze se fornite da lei stesso, non hanno nessun valore dati comportamentali forniti da datori di lavoro di precedenti mansioni. Il tipo e la periodicità del precedente lavoro può dar luogo a dati comportamentali differenti, perciò è sempre meglio inserire esperienze lavorative precedenti se attinenti col lavoro richiesto ed evitare d' indicare referenze e raccomandazioni anche se, si presume, a suo favore. È evidente che qualsiasi interferenza esterna da precedenti datori/datrici di lavoro risulterebbe sempre sgradita. Di galli e galline delusi/e nelle aspettative è pieno il mondo. È controproducente mentire su voti scolastici e su esperienze lavorative precedenti. Cordiali saluti. Lino Ruiu 

 

sconsiglio d'inserire l'elenco delle abilità nelle attività sportive

 

mercoledì 29 agosto 2012

La certificazione HSE

Salve,
le rispondo brevemente.
Le consiglio di cercare un cantiere offshore, in Italia sono pochissimi e dubito che vi siano posti disponibili;
alla domanda :"su come poter arrivare a svolgere questo lavoro all'interno di cantieri offshore o similari", le posso rispondere che necessiterebbe di aver la certificazione per svolgere la professione di HSE e poi cercare occupazione. Il Regno Unito è molto all'avanguardia http://www.hse.gov.uk/ .
Cordiali Saluti. Lino Ruiu

venerdì 24 agosto 2012

Arredamento, significato e campo di applicazione


Risale al 2006 la mia prima definizione riferita ad un oggetto di Arredamento, riconoscendone l’importanza intrinseca, come prodotto di Design correlato all’ambiente. Pubblicare il prodotto o per meglio dire il modello della proposta di Design, decontestualizzato, illuminato da una luce puntuale, vuole essere un gesto provocatorio se ad una attenta lettura della definizione, si capisce il chiaro riferimento al contesto, all’ambiente. Sì, rendere “SKY”  ( http://www.archilovers.com/p2874/Lampada-da-tavolo-SKY )     http://www.artmajeur.com/?go=artworks/display_mini_gallery&login=linoruiu&mini_gallery_id=1077777&image_id=1576301 )  , un oggetto d’arredamento provocatorio, proprio perché presentato visivamente come un oggetto di Design ( progetto sperimentale ) e “reso” da una definizione che più si avvicina alla definizione di oggetto d’arredo (vedi def. : “arredaménto s. m. [der. di arredare]. – L’operazione dell’arredare; in senso concr., gli arredi, il complesso di oggetti mobili, decorazioni e installazioni fisse, con cui gli edifici, le abitazioni, i locali pubblici vengono attrezzati per l’uso al quale sono destinati: occuparsi dell’a.di una casa; progettare, curare l’a. di un negozio; studio, consulenza di a.;un a.antico,moderno,in stile. In partic., a.teatrale,cinematografico, scelta e disposizione del mobilio e della suppellettile scenica specificata nelle didascalie (o, nel caso del cinematografo, nella sceneggiatura) a integrazione del quadro scenografico, strettamente connessa all’azione drammatica e alle sue esigenze stilistiche. In senso più ampio, a. dei porti,di aeroporti, stazioni e sim., il complesso delle costruzioni e degli impianti, fissi e mobili, necessarî al loro funzionamento”. dal Vocabolario on line Treccani enciclopedia italiana). Nella definizione dell’enciclopedia Treccani, s’intuisce una certa volontà, di tener conto, che l’arredamento è strettamente correlato, per ciò che riguarda il domestico e i locali pubblici, all’architettura degli interni; ciò avviene quando prima di dare in senso concreto la definizione, cita “l’operazione dell’arredare”.
Con la definizione della "Lampada da tavolo SKY : é una "nuova rappresentazione" della luce nella relazione delle parti costitutive il domestico, le parti stesse percepite come un'unità significativa e completa"; credo di aver anticipato, in parte, la personale definizione di arredamento : arredaménto s. m. [der. di arredare]. – L’azione dell’arredare; la " rappresentazione " data dalla relazione delle parti: il complesso di oggetti mobili, decorazioni e installazioni fisse costitutive il domestico e i locali pubblici; le parti stesse percepite come un'unità significativa e completa". E’fondamentale capire che l’oggetto di Design, nel campo dell’arredamento viene contestualizzato, “cogliere la relazione delle parti” ( secondo la mia definizione), è un operazione che molto spesso viene evitata o se ne ignora l’esistenza. L’ Arredamento non presuppone necessariamente esperienza applicativa ma una “educazione al saper cogliere le situazioni relazionali dell’oggetto con l’ambiente”, perché sono le sole che, con gli agenti, posso dar luogo “ alla rappresentazione”. E’ logico che se “ le parti costitutive il domestico, vengono percepite come un'unità significativa e completa" si presume la presenza di agenti che fruiscono dell’ambiente e che interagiscono; cosa non scontata, perché molto spesso le definizioni, tengono conto di colui che opera nel campo, ma non di chi ne usufruisce.
Cordiali Saluti. Lino Ruiu

martedì 17 luglio 2012

Nome : Lino Ruiu
Nazionalità : Italy


 dal libro degli ospiti

Lino Ruiu - Italy  
  17/07/2012
Per dimostrare la straordinarietà del sito. Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu 
http://www.artmajeur.com/linoruiu/


può visitare :
http://www.artmajeur.com/linoruiupaintings/  sito in costruzione

http://www.artmajeur.com/linoruiuarchitetto/  sito in costruzione

http://www.artmajeur.com/?go=user_pages/guestbook&login=linoruiu

giovedì 5 luglio 2012

Il Design, significato e campo di applicazione



Lino Ruiu - Italy -  05/07/2012 La parola Design, in inglese traduce e significa “progettazione” ed il suo uso molto comune sembra indicare qualsiasi cosa venga progettata, perché i campi applicativi del termine, sono numerosissimi.
In Italia, la parola Design , indica esclusivamente gli oggetti prodotti industrialmente, esattamente come le parole Industrial Design. Numerose sono le contaminazioni della produzione industriale e di conseguenza, la parola, viene usata per indicare la progettazione in altri campi, anche se comunemente si usa il termine Design preceduto da un'altra parola, per esempio "Fashion Design" per la progettazione nel campo della moda. Il Design, indica ciò che sono i prodotti, i progetti di produzione e ricerca industriale oltre che di sviluppo sperimentale nel campo manifatturiero.
Grazie per la stima. Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu 
Lino Ruiu - Italy
05/07/2012 Buongiorno, credo che proporle argomenti specifici può essere dannoso, quindi le propongo due aree di studio: l’architettura militare difensiva e offensiva e l’architettura cimiteriale in Italia. Aree di studio in cui può trovare argomenti molto interessanti da proporre. Non la posso aiutare perché conosco solo il cimitero di Sassari, dove può trovare una sezione monumentale visitabile . Cordiali saluti. Pasqualino Ruiu 

sabato 14 aprile 2012

AD SCIENTIARUM HAUSTUM ET SEMINARIUM DOCTRINARUM

14/04/2012 Grazie, per l'attenzione:  Il post:   Lino Ruiu - Italy  
sabato 5 febbraio 2011. Ecco la frase [...]  Si rallegri, studiare personalità del mondo dell'architettura non è difficile ma, può diventare insopportabile se non si ha la passione per l'arte. [...] Nella mia frase non c'è alcuna volontà di assimilare lo studio della storia dell'architettura allo studio della storia dell'arte infatti lo studio della storia dell'arte é un esame, previsto dall'ordinamento delle facoltà di architettura, differente dall'esame di storia dell'architettura, sia per i temi trattati che per gli obiettivi dei programmi. 

Per quanto riguarda gli altri argomenti, ne ho già parlato, in un altro post, creda, non solo gli architetti, i familiari, molte altre persone sanno benissimo, cosa comporta, studiare architettura; parlo di personale coscienza dello studio, che é consapevolezza e che rafforzativo della propria identità, fa evitare le facili generalizzazioni.

AD SCIENTIARUM HAUSTUM ET SEMINARIUM DOCTRINARUM
dalla circolare di fondazione dello Studium di Napoli, del 1224: sono le parole che compaiono scritte esclusivamente sulla pergamena di laurea rilasciata dall' Università degli Studi di Napoli Federico II.
Federico II nel 1224, si fece promotore di un'iniziativa nuova per un sovrano: la fondazione  dello Studium di Napoli.
L'Università degli Studi di Napoli Federico II, é il principale ateneo partenopeo e uno dei più importanti d'Italia e d'Europa, è la più antica università ( 1224 ) ad essere stata fondata con un provvedimento statale ed è la più antica università laica del mondo. Cordiali saluti. Lino Ruiu.

mercoledì 7 marzo 2012

Il vincitore del premio Pritzker 2012 è Wang Shu








Il premio Pritzker ( il più importante premio internazionale per l'Architettura)all'architetto Wang Shu.
“Un esempio di sostenibilità e capacità inventiva: i materiali con Shu non invecchiano, ma si trasformano”, spiega Aravena (giurato del celebre Pritzker Architecture Prize 2012) .
La giuria che ha selezionato il Premio Pritzker 2012 composta dal suo Presidente Lord Palumbo e in ordine alfabetico: Alejandro Aravena, Stephen Breyer, Yung Ho Chang, Zaha Hadid, Glenn Murcutt, Juhani Pallasmaa, Karen Stein, Martha Thorne.

ArchDaily 

Ningbo History Museum

lunedì 27 febbraio 2012

HSE giro di vite per ridurre morti e feriti nei cantieri


I cantieri vengono messi sotto i riflettori come parte di un'iniziativa di controllo intensivo volto a ridurre la morte, infortuni e malattia.
Tra il 20 febbraio e 16 marzo, gli ispettori della Health & Safety Executive si recheranno in visita ai siti in cui lavori sono in corso di svolgimento.

Il loro obiettivo primario sarà "l'attività ad alto rischio" come ad esempio lavorare in quota e anche il 'buon ordine' come garantire ai siti la pulizia e l'ordine, con chiare vie di accesso.
Lo scopo dell'iniziativa è quello di ricordare a coloro che lavorano nelle costruzioni che gli standard di sicurezza sono inaccettabili.
Nel corso del 2010/11, nel Regno Unito  50 lavoratori sono morti mentre lavoravano nel settore delle costruzioni ed inoltre sono stati segnalati 2298 feriti gravi.

Durante l'iniziativa di ispezione, gli ispettori HSE controlleranno se i lavori che implicano la lavorazione in quota sono stati adeguatamente pianificati per garantire che le precauzioni in atto siano adeguate
se l'apparecchiatura è correttamente installata / montata, controllata e utilizzata correttamente


se i siti sono ben organizzati, per evitare di inciampare e cadere

se le passerelle e scale sono liberi da ostacoli

se le aree di lavoro sono sgombre da materiali inutili e rifiuti

Ulteriori informazioni sulla sicurezza-lavoro nella costruzione si possono trovare online all'indirizzo www.hse.gov.uk / costruzione

sabato 28 gennaio 2012

http://www.artmajeur.com/?go=user_pages/guestbook&login=linoruiu

Lino Ruiu - Italy 
27/01/2012
Colgo l’occasione per rispondere all’ interessante quesito: ho abitato tantissimi anni a Napoli e ne riconosco la grandiosità nelle sue molteplici espressioni. E una città dove si sono formati e si formano illustrissime personalità. E’ una città vivibilissima dove si respira partecipazione attiva a molte iniziative culturali.
Non credo che Napoli abbia bisogno di brutta pubblicità, come non ne ha bisogno alcuna città, credo che Napoli come altre città tenga in modo particolare all’ospitalità, al turismo, all’Università come agli studenti universitari, che costituiscono una grande risorsa per la città, per la Campania e per l’ Italia, è semplice dedurre che i napoletani non hanno alcun interesse ad attirare l’attenzione con brutte situazioni.
Per ciò che riguarda la città dove domicilia come fuori sede, credo sia opportuno cogliere l’opportunità, cioè cogliere l’aspetto positivo della sua situazione come stimolo per conoscere nuovi amici. Nell’ambito universitario avrà molte occasioni di conoscere nuovi colleghi, anche se le sembra tutto predeterminato. Io non ho mai frequentato nessuna comunità di sardi, ne ho mai frequentato sardi nella città o provenienti dalla Sardegna, perché semplicemente non ne ho avuto occasione o forse perché sono sempre stato esclusivista nelle mie scelte al di fuori dell’ambito universitario. L’ambito universitario in tal senso non si è distinto: per quanto possa sembrare un’idea impraticabile, nella popolazione studentesca dei fuori sede, Napoli raccoglie adesioni da tutto il sud e non solo eppure non ho mai frequentato corregionali. Cordiali Saluti. Lino Ruiu

domenica 8 gennaio 2012

Imu in vigore

Verrà applicata anche a prime case e immobili rurali, l’imposta municipale unica Imu, che secondo il decreto sul federalismo fiscale doveva fare la sua comparsa nel 2014. Se ne anticipa l’entrata in vigore con la manovra per il risanamento dei conti pubblici.

Proverbio

Dice un proverbio: Quando i figli sono accordati dai propri genitori,   …e anche quando essi   venissero colti dall’eterno ripo...